27
Dec

Questo impianto è stato progettato per la lavorazione veloce e ad alte prestazioni di miele cristallizzato nei fusti.

I produttori devono spesso affrontare i seguenti problemi quando hanno bisogno di rimuovere il miele cristallizzato dai fusti all’ingrosso per ulteriori trattamenti:

  • Il lungo periodo di tempo di cui i fusti hanno bisogno di stare in una stanza calda
  • costo dei fusti di riscaldamento
  • Incapacità di organizzare il funzionamento in modalità continua
  • Riscaldamento non uniforme tra il miele vicino alle pareti e quello che giace centralmente all’interno del contenitore
  • del miele in frazionamento dovuto a stoccaggio improprio o a miele di scarsa qualità

L’attrezzatura è costituita da una tramoggia, il cui volume può essere modificato su richiesta, un corpo riscaldato (con un rivestimento per il riscaldamento con acqua calda, o spirali di calore) e eliche gemelle. A seconda delle prestazioni richieste, la Honema TurboMelter può essere fabbricata per la modifica del processo discontinuo o continuo.

Design

L’attrezzatura è costituita da una tramoggia, il cui volume può essere modificato su richiesta, un corpo riscaldato (con un rivestimento per il riscaldamento con acqua calda, o spirali di calore) e eliche gemelle. A seconda delle prestazioni richieste, la Honema TurboMelter può essere fabbricata per la modifica del processo discontinuo o continuo.

Per scaricare il miele cristallizzato nel TurboMelter, l'operatore esegue diverse operazioni:

  • riscaldare delicatamente le pareti del fusto, in modo che il miele in prossimità delle pareti venga fuso e lasciato cadere fuori quando l’intero cilindro cristallizzato è attivato
  • girare il fusto nel sollevatore ribaltante
  • scaricare il cilindro del miele cristallizzato solido nella tramoggia del TurboMelter

Dopo aver scaricato il miele nella tramoggia, coclee appositamente progettate cominciano a “mordere” il miele solido, macinandolo e miscelandolo vigorosamente. Insieme a questa macinazione meccanica, il miele viene riscaldato dalle pareti riscaldate, e quindi sciolto.

A seconda delle esigenze del cliente, il riscaldamento del miele può essere effettuato in uno di questi modi. Uno è tramite un portatore di calore esterno (acqua calda negli impianti di produzione del cliente). Questo metodo garantisce l’assenza di surriscaldamento locale anche a breve termine in qualsiasi parte del recipiente di trattamento e conserva completamente tutte le proprietà benefiche e commerciali del miele. L’altro è nei casi in cui il miele richieda l’applicazione di effetti termici intensi, come la pastorizzazione; per tali casi, è possibile installare elementi scaldanti elettrici nel rivestimento.

A causa della massa intensa e del trasferimento termico tra il prodotto e le superfici scaldate della camera di trattamento, ciascuna particella di miele subisce gli stessi effetti termici, che assicurano l’uniformità di decristallizzazione, così come il risparmio energetico. Il riscaldamento si arresta nel punto esatto in cui tutto il miele ha raggiunto la consistenza desiderata.

La macinazione meccanica attraverso la conversione di energia meccanica in calore aumenta ulteriormente la temperatura del miele, da 1,5-2 gradi, che accelera ulteriormente il processo di decristallizzazione.

Il miscelamento meccanico può effettivamente ridistribuire l’umidità e far tornare il miele ad una struttura omogenea se delaminato a causa di stoccaggio improprio o di alto contenuto di umidità. Il miele lavorato nell’Honema TurboMelter mantiene una struttura omogenea per lungo tempo, senza separazione.

Options:

Il sistema Honema TurboMelter di fusione del miele industriale può essere dotato di un ciclo di ricircolo opzionale, un sistema di filtrazione per miele liquido, o pompe e tubazioni per la fornitura di miele per imballaggio o ulteriori trattamenti.

Il funzionamento dell’apparecchiatura nella versione base prevede pulsanti di avvio e arresto. Questi sono disponibili con un sistema di controllo esteso, che riguarda il monitoraggio e il controllo di vari parametri, quali la temperatura, il livello di riempimento, a velocità di rotazione delle eliche, ecc.

L’apparecchiatura è realizzata interamente in acciaio inox AISI304 o AISI316 su richiesta.

Download PDF Description

I vantaggi dell’impianto di lavorazione del miele cristallizzato Honema TurboMelter includono:

  • Alte prestazioni
  • Lavoro in un modo continuo o discontinuo
  • Significativo risparmio di tempo per la decristallizzazione di grandi quantità di miele
  • Risparmio di spazio – non c’è bisogno di creare un ambiente caldo
  • Risparmio energetico
  • Riscaldamento senza danneggiare il delicato miele
  • Funzionamento, manutenzione e pulizia facili
  • Basso rumore
  • Fabbricato in UE con materiali e componenti di alta qualità
  • Progettazione sanitaria in conformità con le normative FDA.

GUARDA ANCHE:

0 No comments
Uncategorized

Leave a Reply

Your email address will not be published.